Ajahn Sucitto

 

Cos’è il “Rifugio”, perché “Prendere Rifugio”?

del venerabile Ajahn Sucitto

“Prendere Rifugio” è la frase che esprime l’assunzione di un impegno nei riguardi del sentiero del Risveglio, così come originariamente insegnato dal Buddha più di 2500 anni fa. Leggi tutto

 

Che cosa portate con voi

del venerabile Ajahn Sucitto

Quando viene il momento di lasciare il ritiro o il monastero, dovete lasciare contesto e struttura; dovete mettere da parte il silenzio, il sostegno e la compagnia degli altri praticanti. Leggi tutto

 

Calma e pace nella pratica informale

del venerabile Ajahn Sucitto

Una questione importante è come sostenere la pratica nelle circostanze ordinarie della vita. Si tratta di una sfida che, nel contempo, ci aiuta a consolidare il giusto atteggiamento verso la meditazione e il Dhamma. Leggi tutto

 

La pratica dei Brahmavihāra

del venerabile Ajahn Sucitto

Brahmā è il nome che nel buddhismo si attribuise alle divinità supreme, ed i Brahmavihāra sono i regni o le dimore dei vari Brahmā.  Leggi tutto

 

La vera soddisfazione del desiderio

del venerabile Ajahn Sucitto

Il Buddhismo ha come scopo la liberazione dal desiderio, giusto? Ma una spinta a liberarsi del desiderio non sarebbe una forma di desiderio essa stessa?.  Leggi tutto

 

Un sentiero attraverso la giungla

del venerabile Ajahn Sucitto

La maggior parte dei sutta inizia con una breve descrizione del luogo in cui si tenne quel particolare discorso. In questo caso l’ambiente è il Parco dei Cervi a Isipatana, oggi conosciuto come Sarnath, in India.  Leggi tutto

 

Samādhi è pura gioia

del venerabile Ajahn Sucitto

Soffermiamoci con il pensiero sul concetto della concentrazione o samādhi. Quando sentiamo queste cinque piccole sillabe, con-cen-tra-zio-ne, qual è la nostra reazione? Leggi tutto

Menu