Ajahn Pannavaddho

 

Per informazioni sulla vita di Ajahn Paññāvaḍḍho potete guardare i video in sua memoria.

Articoli tratti da “Saggezza Non Comune” curato da Ajahn Dick Silaratano scaricabile in versione ebook da qui

 

Scopo

di Ajahn Paññāvaḍḍho

Avete riflettuto a fondo sullo scopo della vostra pratica meditativa? È importante avere le idee chiare per quanto riguarda lo scopo, ovvero, la ragione per cui praticate. Noi tutti partiamo dalla base fondamentale del buddhismo, dal fatto di sperimentare dukkha o insoddisfazione, per la quale cerchiamo un rimedio.  Leggi tutto

 

Presenza

di Ajahn Paññāvaḍḍho

In Occidente la Via di Mezzo viene fraintesa da molti. Pensano che voglia dire un modo di praticare facile e comodo. Ma quest’idea del Sentiero è semplicemente un prodotto dei kilesa, il prodotto di inquinanti mentali come la pigrizia e la boria.  Leggi tutto

 

Rinascita

di Ajahn Paññāvaḍḍho

Ho sempre pensato che il kamma ha avuto un ruolo importante nella mia decisione di diventare un monaco buddhista. Se ci pensate – decine di milioni di persone vivono in Inghilterra, ma quanti di loro sono diventati monaci buddhisti? Leggi tutto

 

Basi

di Ajahn Paññāvaḍḍho

Ora vi darò una breve panoramica del Dhamma, forse da un punto di vista un po’ inconsueto. Una delle esperienze che facciamo incessantemente nella vita è la sensazione inquietante di insoddisfazione che tormenta il nostro cuore. Leggi tutto

 

Corpo

di Ajahn Paññāvaḍḍho

Di tutti i temi consigliati dal Buddha per la meditazione, la contemplazione del corpo è probabilmente il meno gradito dai praticanti occidentali. Benché la contemplazione del corpo sia molto proficua, per qualche strano motivo non è molto incoraggiata in Occidente. Leggi tutto

 

Memoria

di Ajahn Paññāvaḍḍho

Quando eravamo piccoli e stavamo ancora cercando di raccapezzarci nel mondo attorno a noi, le nostre menti faticavano ad assorbire tutta l’informazione eterogenea che ricevevano attraverso i cinque sensi e a organizzarla in modo da poterla trattenere per un futuro uso. Leggi tutto

 

Sensazioni

di Ajahn Paññāvaḍḍho

La brama è la causa ultima dell’attaccamento. Per questo motivo, per liberare la mente dall’attaccamento dovete prendere di mira tanhā, ovvero la brama, ed eliminare proprio quella. Se vincete la brama, vincerete gli attaccamenti. Leggi tutto

 

Sensi

di Ajahn Paññāvaḍḍho

La nostra situazione – non solo in questo mondo, bensì in tutti i reami dell’esistenza – è quella di essere sempre governata dall’ignoranza fondamentale dell’avijjā. Avijjā è un’essenziale mancanza di comprensione che annebbia la mente e ci inganna, facendoci credere di comprendere. Leggi tutto

 

di Ajahn Paññāvaḍḍho

Ciascuno di noi si porta dentro una sua visione del mondo, formatasi sin dalla propria nascita e fonte di informazioni circa la natura delle cose. Questa visione è come una mappa interiore che ci indica dove esse sono collocate. Leggi tutto

 

Citta

di Ajahn Paññāvaḍḍho

I maestri thailandesi della Tradizione della Foresta hanno sempre dato particolare enfasi a quello che loro chiamano “ciò che conosce”. In questo modo operano una distinzione fondamentale tra due aspetti della mente assai diversi: il conoscere immutabile e i fluttuanti stati mentali che sono conosciuti. Leggi tutto

 

Nibbāna

di Ajahn Paññāvaḍḍho

Ho letto di recente l’introduzione al Dīgha Nikāya di Maurice Walshe. Scrive molto bene. Fa un’osservazione interessante a proposito del Nobile Ottuplice Sentiero. Dice che gli otto fattori del Sentiero sono articolati in tre parti: sīla, samādhi e paññā, ma l’ordine è diverso. Leggi tutto

 

Saggezza

di Ajahn Paññāvaḍḍho

Il termine saggezza nel buddhismo è usato con un’accezione diversa rispetto a quella corrente. Nel mondo, la saggezza è solitamente intesa come la capacità di arrivare alla comprensione mediante pensieri intelligenti o abili. Leggi tutto

 

La saggezza del samādhi

di Ajahn Paññāvaḍḍho

Nel processo di educazione della mente bisogna sviluppare la saggezza; ma purtroppo per fare ciò non basta la volontà, il solo desiderio di saggezza. Alcune persone possono avere una saggezza innata, ma non riescono a tirarla fuori e usarla correttamente se non hanno anche abbastanza consapevolezza per sostenerla e controllarla.  Leggi tutto

 

 

 

Menu