Simbologia

 

Oggigiorno ci sono statue del Buddha, variano nei dettagli a seconda del paese buddhista da cui provengono, ma queste rappresentazioni sono successive, nascono dall’incontro con la cultura greca, ne sono influenzate, tanto che la creazione della prima statua si ispira all’immagine di Apollo.

Precedentemente, il Buddha veniva rappresentato attraverso altre simbologie: un trono vuoto, le orme del Buddha, la ruota del carro che rappresenta il Dhamma e in particolare l’insegnamento del Dhammacchakka, l’albero della Bodhi sotto il quale il Buddha realizzò il Risveglio. In più, ultimamente e marginalmente, si sono aggiunti anche il fiore di loto e la foglia dell’albero della Bodhi.